LUCIANO ZUCCACCIA

LUCIANO ZUCCACCIA

4 Fotografi per 4 Stagioni, Residenze Creative a Magliano Sabina: PRIMAVERA
Tevere Oscuro

 

Location: Piazza Vittorio Veneto                      [10]

 

4 Fotografi per 4 Stagioni, ideato ed organizzato da Mostre Diffuse Fotografia nell'ambito del programma 2017 della manifestazione e promosso dal Contratto di Fiume della Media Valle del Tevere da Orte alla Riserva Tevere-Farfa

Volevo che questa fosse l’occasione per vedere il fiume con occhi nuovi, volevo che emergesse una nuova visione; mi sono detto proviamo a raccontare il fiume nella sua oscurità, proviamo a vedere come si presenta dinanzi a noi con quella poca luce che, l’occhio e la pellicola, riescono a registrare. Una residenza creativa è, in fondo, una sfida per costruire qualcosa di nuovo ed io ho voluto raccoglierla, realizzando delle immagini, per me inedite, avventurandomi in un campo sconosciuto.  La prima uscita è sempre la più difficile, non si sa bene cosa fare, da dove iniziare. Parto da una vecchia idea di avvicinarmi allo sbarramento di Gallese, con l’auto riesco ad arrivare alle prime case, poi bisogna andare a piedi.

28 aprile 2018

Ad Orte le forti luci di una ditta di lavorazione delle pietre e dragaggio del fiume, attirano la mia attenzione, la luce notturna dà una forma nuova a quei silos e macchinari, mi muovo con attenzione, girovago immaginando il fervore diurno. Di notte il paesaggio diventa lunare ed assume un aspetto diverso, la polvere diurna si deposita e la luce dei fari dà dimensione alla forma della strada.

BIOGRAFIA

Una residenza creativa è, in fondo, una sfida per costruire qualcosa di nuovo ed io ho voluto raccoglierla, realizzando delle immagini, per me inedite, avventurandomi in un campo sconosciuto.

Luciano Zuccaccia, da sempre impegnato nella rappresentazione dei luoghi ha condotto diverse ricerche fotografiche documentandone i cambiamenti. Ha condotto diversi progetti sul fiume Tevere, Isonzo, Tagliamento, Nera nonché il territorio dell’Abruzzo. Si interessa di libri fotografici in qualità di collezionista e studioso, cura progetti editoriali e partecipa come giurato a concorsi sul libro fotografico. Per università, associazioni e scuole di fotografia tiene dei seminari riguardante la storia e l’evoluzione del libro fotografico.

Alcune immagini fanno parte di collezioni permanenti e private tra cui: Bibliothèque Nationale de France di Parigi, CRAF Centro di Ricerca e Archiviazione di Spilimbergo, Archivio Prima Luce collezione Roberto Salbitani.I suoi lavori sono stati pubblicati su libri, riviste e cataloghi d’arte.