Giornata inaugurale Mostre Diffuse Fotografia edizione 2018

Giornata inaugurale Mostre Diffuse Fotografia edizione 2018

Anche quest’anno è partita la bellissima avventura di Mostre Diffuse Fotografia, un’avventura fatta di momenti di scambio, incontro di visioni e condivisione di passioni.
Iniziano i 9 giorni di mostre (dal 12 al 20 maggio 2018) con la conferenza che è avvenuta questa mattina alle ore 11.00 presso il Teatro Manlio di Magliano Sabina.

Ad aprire la manifestazione è Teresa Mancini, ideatrice ed organizzatrice da quattro anni di questa iniziativa di grande rilievo culturale ed artistico. Comincia ringraziando tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento. Dopodiché invita sul palco Stefano Tomassini, Assessore delegato alla Cultura e al Turismo del Comune di Magliano e Massimiliano Filabozzi, funzionario del Comune. L’Assessore Tomassini ringrazia anzitutto gli organizzatori di Mostre Diffuse Fotografia e per farlo racconta alla platea un aneddoto di quattro anni fa, precisamente del giorno in cui è iniziato il lungo cammino di Mostre Diffuse Fotografia. Poi Filabozzi parla di quello che riguarda più specificatamente il Contratto di Fiume e le quattro residenze creative in mostra presso la Chiesa di San Pietro. Successivamente, a salire sul palco è il Sindaco di Magliano, Alfredo Graziani che dice di quanto il paese sia aperto a tutti gli innesti culturali, artistici e sociali e quanto sia importante ospitare eventi di questa portata per una comunità relativamente piccola come quella maglianese.

Sul palco del Teatro Manlio sale anche Valeria Castellani, rappresentante della comunità Igers Rieti con la quale Mostre Diffuse Fotografia ha ideato un concorso su Instagram #friendsofmdf2018: la foto che riceverà il maggior numero di like sarà utilizzata come una delle immagini per l'edizione 2019, ed il suo autore riceverà in omaggio un esclusivo gadget offerto da Mecarini Foto Video, sponsor dell’evento, rappresentato sul palcoscenico dal fotografo Cristiano Morbidelli.

Un ringraziamento speciale che Teresa Mancini tiene poi a fare è quello rivolto a tutte le persone che vigileranno i locali in cui sono allestite le mostre per tutta la durata dell’evento. Mostre Diffuse Fotografia è anche questo: collaborazione e sintonia tra i gruppi che si sono messi a disposizione e gli organizzatori.

È poi il momento di far salire sul palco tutti gli autori delle mostre di questa edizione che parlano, uno ad uno, del loro lavoro nello specifico, raccontando alla platea quello che è significato per ognuno rappresentare l’EXTRA-ORDINARIUS.

In ultimo Teresa Mancini parla della mostra relativa al Circuito Off. Presso la Sala Consiliare del Comune di Magliano è allestita la mostra di Mario Maffei e a raccontarla è suo figlio Stefano Maffei. Mario fu l’aiuto-regista del film “La Grande Guerra” di Mario Monicelli che, nel 1959, realizzava un capolavoro del cinema mondiale. Stefano, nel raccontare le immagini scattate da suo padre durante le riprese del film, punta l’attenzione sulla tragicità di quella vicenda soprattutto per una piccola comunità, come può essere appunto quella di Magliano, che perse più di 80 soldati. L’iniziativa è di Lucia Baldini che parteciperà alla presentazione dell’omonimo libro sabato 19 maggio.

Prima dei saluti finali, l’ultimo a salire sul palcoscenico del Manlio è Roberto Salbitani, fotografo che domani, 13 maggio, presenterà il suo libro su Venezia, la sua città di elezione.

Simona Ruggeri