ROSSANA CINTOLI

ROSSANA CINTOLI

L’INFERNO - IL FUOCO, IL NERO E L’ACCIAIO

Location [ 14 ]: Via Cavour 30

Gujarat, nord ovest dell’India , non è meta da turisti. Non se ne incontrano in queste zone e questa è ancora un’India  solo per indiani. Qui tra campi ordinati coltivati a cotone, sorgono una moltitudine di piccole fabbriche dove si lavora l’Acciaio.

ROSANA CINTOLI MOSTRE DIFFUSE FOTOGRAFIA 2018Bambini già uomini e uomini  senza età incrociano i loro destini  consumando le loro vite fatte di interminabili giornate di lavoro. 10-12 ore al giorno di lavoro  per 7 giorni a settimana con paghe misere che graduano  soltanto la sofferenza. Ci sono quelli che passano le loro giornate davanti ai forni con un calore insopportabile e come protezione un turbante  di cotone e un paio di occhiali da sole ma anche gli addetti ai forni, alle trafile e alle presse e poi gli uomini da soma, quelli il cui lavoro vale meno  e nei cui sguardi spenti si legge tutta la durezza di questa vita.  Sono uomini a perdere, con la polvere d’acciaio che entra nei polmoni e che si mischia con il sudore  della pelle per farli  diventare  come veri e propri uomini neri.

In questa quotidianità infernale si consumano queste vite con nessun senso  di straordinarietà o anomalia; è la loro vita quotidiana, il loro passato, il loro presente e certamente anche  il loro futuro affrontato  come un ineluttabile.

L'ordinario e lo straordinario sono concetti soggettivi e la misura cambia con le latitudini.

BIOGRAFIA

...in questi viaggi a contatto con le donne e con gli uomini nella loro vita quotidiana cercando cogliere quello che erano in grado di trasmettere in questi incontri fugaci.

 

Rossana Cintoli – Nata a Roma nel 1961, lavora a Roma e vive in provincia di Viterbo,   svolge la sua professione di ingegnere presso un ente che si occupa di protezione ambientale.
Si avvicina alla fotografia   negli anni 80 praticandola a livello amatoriale.
Ha affinato la propria tecnica fotografica  grazie a fotografi professionisti  e di reportage frequentando corsi e workshop fotografici senza dimenticare di utilizzare negli scatti il proprio punto di vista.
Ha esposto le proprie fotografie in mostre collettive  e personali e ha partecipato con buon riscontro a concorsi e contest nazionali e internazionali.

Alcune sue foto  sono  state selezionate per essere pubblicate sul sito web dei National Geographic.