Un passo indietro…

Vi consigliamo Un passo indietro , la mostra  fotografica di Cristiano Morbidelli , perchè è il viaggio interiore che fa il protagonista delle immagini che verranno esposte a Magliano Sabina presso l'Ostello delle Grazie dal 4 Marzo al 13 Aprile.

Un passo indietro rispetto ad un faticoso quotidiano dove Stefano, 45 anni, che lavora in una carrozzeria ad Asti,  non si riconosce più, tanto da intraprendere un viaggio personalissimo  attraverso l'italia, prendendosi cura dei luoghi dove si ferma, bonificandoli.
Luoghi che dovrebbero essere di tutti e che invece vengono abbandonati all'incuria del tempo e delle persone. Un passo indietro per ritrovare la lentezza del vivere. Per ritrovare un'umanità spesso dimenticata.

Cristiano Morbidelli incontra Stefano che si definisce un volontario anti-degrado,  per caso,  lungo una perlustrazione fotografica presso il lago di Bolsena e da qui comincia un dialogo tra i due che lo porta a realizzare un racconto condiviso, attraverso gli scatti del suo obiettivo.

Una serie di ritratti , un lavoro iniziato ad Aprile  2016 e conclusosi a gennaio  2017. Il risultato di questa ricerca consiste in una trentina di scatti, tutti a colori, come racconta direttamente il fotografo  nel suo blog.

Le fotografie in esposizione di Cristiano Morbidelli presso l'Ostello di Magliano Sabina, sono quindi il risultato del viaggio interiore di Stefano, ma pensiamo lo sia stato anche del fotografo che ha voluto condividere un pezzo di vita di qualcun altro nella ricerca di una ragionevole noia utile  per riscoprire la lentezza dei gesti e la voce dello spirito che tanto bene fanno a chi vuole soffermarsi con lo sguardo.

INFO:
Un passo indietro
-  mostra fotografica a cura di Chiara Palozza
Dal 4 marzo al 13 aprile 2017
Inaugurazione Sabato 4 marzo, alle ore 18.00

Ostello Santa Maria delle Grazie
Via Mariano Falconi 2 - 02046 Magliano Sabina (Rieti)
TEL +39 0744 921 014

Biografia
Cristiano Morbidelli nasce a Viterbo nel 1982.  Grazie ad una grande passione, che gli viene trasmessa dal padre, avvia, dal 2007, la propria sperimentazione del mezzo fotografico.  Si laurea in Filologia moderna, indirizzo Scienze delle lettere e della comunicazione multimediale, con una tesi magistrale dal titolo “Usi e funzioni sociali dell’autoritratto fotografico: autofocus sul sé“. Con questo elaborato ha cercato di approfondire la diffusa necessità dell’uomo moderno di veicolare attraverso la fotografia la propria immagine. Tematiche affrontate anche al di fuori dell’ambito universitario in alcuni incontri organizzati da diverse associazioni fotografiche. Si dedica inizialmente al paesaggio per poi incontrare la fotografia di strada, sua grande passione. Questo passaggio avviene grazie a un regalo, un libro. Da qui la volontà di raccontare il quotidiano utilizzando la macchina fotografica.
Ha ricevuto pubblicazioni su riviste e fanzine online; ha allestito mostre personali e partecipato ad esposizioni collettive in Italia e all’estero.
• Finalista al Miami Street Photography Festival MSPF 2016
• Finalista al Photographic Festival ImagOrbetello 2016

di Teresa Mancini